Poha: la colazione ayurvedica contro la stanchezza di fine inverno

Ti senti stanco e ti mancano le energie? Un aiuto arriva dall’Ayurveda! Prova questa ricetta salata consigliata dalla Dott.ssa Dacia Dalla Libera per partire con più energia.

2017-01-25-PHOTO-00000002

Secondo la medicina indiana il cibo è la prima fonte di guarigione. Prova una colazione salata e speziata, come spesso si fa in India, per riequilibrare vata e kapha e attivare pitta. Questa ricetta viene dal meraviglioso Maharashtra, famoso per le sue bellezze naturali e i suoi templi scavati nella roccia. Se proprio non ti va come colazione, la puoi provare anche come pranzo energizzante.

INGREDIENTI

  • 100 g di Fiocchi di Riso (POHA)*
  • Zenzero radice, grattugiata (2 cm)
  • 1 patata dolce
  • Curcuma (la punta di un cucchiaio)
  • 1 pizzico di Sale rosa dell’Himalaya
  • 1 cipolla di Tropea (facoltativa)
  • il succo di 1 limone
  • 10 Anacardi (per un sapore ancora più stuzzicante aggiungete anche 5 arachidi)
  • 10 Ceci (facoltativi) + 1 pizzico di semi di cumino (per contrastare l’aria in eccesso portata dai ceci)
  • 7 foglie di basilico
  • 3 foglie di coriandolo (facoltative)
  • 10 chicchi di uvetta inumiditi (se desideri un tocco di dolce, utile per vata e pitta)
  • olio extravergine d’oliva q.b.
  • una manciata di semi di lino
  • Semi di mostarda nera (facoltativo, utile soprattutto per kapha)

 

*in alternativa al POHA potete utilizzare:

  • per vata: riso nero (ricco di proteine), riso basmati, quinoa, cous cous
  • per pitta: riso basmati, orzo
  • per kapha: riso rosso, riso basmati (meno ricco di grassi), cous cous

 

PREPARAZIONE

Metti il riso indiano (POHA) in ammollo per circa 5 minuti in una vaschetta con circa 1 litro di acqua, poi scolalo utilizzando uno scolapasta, e risciacqua con acqua corrente il riso.

Se non hai a disposizione il riso poha, puoi utilizzare del cous-cous, (o riso nero o basmati, secondo la tua prakrti*, precedentemente cotti a parte) e aggiungere poi i seguenti ingredienti.

Aggiungi la curcuma in polvere, il sale rosa dell’Himalaya e mescola con pazienza.

Cuoci a parte, in pochissimo olio d’oliva, i semi di mostarda, la cipolla di tropea (se fai fatica a digerirla puoi prima sbollentarla in acqua calda), la patata dolce tagliata a cubetti, gli anacardi, i ceci (possibilmente sbollentati in precedenza per privarli della buccia).

Unisci il tutto al riso e guarnisci con semi di lino, foglie di basilico, foglie di coriandolo, succo di limone, zenzero, uvette, e un cucchiaio di olio d’oliva a crudo e goditi la tua colazione ricaricante!

Prova ad accompagnare questo piatto con del MASALA CHAI, una bevanda utilizzata in Ayurveda verso la fine dell’inverno – periodo in cui si accumula kapha- per risvegliare il nostro organismo, migliorare il sistema immunitario e ridurre i rischi allergici.

Qui di seguito ti proponiamo una ricetta a base di latte vegetale.

INGREDIENTI

  • Zenzero radice (1 cm)
  • Bastoncino di cannella (2 cm)
  • 5 semi di cardamomo
  • 5 chiodi di garofano
  • 3 grani di pepe nero (ancora meglio 1/2 pepe lungo grattugiato)
  • una tazza di latte di riso o latte di avena
  • 1/2 cucchiaio di tè nero tipo darjeeling o earl grey
  • due tazze di acqua calda

 

PREPARAZIONE

Metti l’acqua in un pentolino e portala ad ebollizione, aggiungi le spezie (puoi metterle tutte insieme in una garza di cotone o lasciarle disperse) e fai bollire per 10 minuti a fuoco medio, coprendo il pentolino con un coperchio (non del tutto chiuso). Aggiungi dunque il tè nero e spegni il fuoco lasciando in infuso; filtra e aggiungi il latte vegetale.

Lasciati avvolgere dai profumi delle spezie, i tuoi sensi te ne saranno grati!

 

VUOI SAPERNE DI PIU’?

La Dott.ssa Dacia Dalla Libera ti aspetta al City ZEN Talks di giovedì 2 febbraio sull’Alimentazione ayurvedica!