Ilaria Tarallo

Ashtanga

Scegli una lezione

Mi sono avvicinata allo yoga per necessità, dopo essere diventata madre. Mi sono subito resa conto che non fosse solo una ginnastica, ma una vera e propria disciplina capace di coinvolgere ogni strato dell’essere. Lo yoga mi ha cambiata, è stato amore a prima vista, tanto che questa passione è diventata il mio lavoro e il mio stile di vita. Praticare mi ha permesso di conoscermi profondamente, di reagire ai fallimenti e di essere grata per ciò che funziona. Insegnare mi permette di donare e di ricevere allo stesso tempo. Amo l’innegabile fatto che la pratica parta dal corpo fisico, incrementandone la flessibilità e la forza, per rendere il nostro essere tutto, forte e flessibile.

Inizio a praticare Ashtanga Vinyasa a Gennaio 2016, per due anni è stata la mia unica pratica quotidiana. Vedevo il mio corpo cambiare giorno dopo giorno, movimento dopo movimento, e la mente calmarsi, cominciare a rispondermi smettendo di viaggiare alla cieca. L’Ashtanga in particolare, mi ha insegnato quanta libertà ci sia nella disciplina, e quanto la dedizione e la costanza ripaghino, non solo sul tappetino, chiaramente.

A metà 2018 do retta ad una voce se si faceva sempre più assordante nella mia testa: volevo diventare insegnante, con l’intento di rendere la mia intera vita, una vita yogica. Finisco il mio primo intensivo di Ashtanga di 200 ore ad Agosto, a Settembre dello stesso anno ho cominciato a lavorare. Sento di avere scelto allo stesso tempo di essere stata scelta dallo yoga.  Sono appassionata, ogni lezione la vivo con la stessa emozione della prima. Pratico Ashtanga, Vinyasa, Rocket Vinyasa e Yin Yoga, e insegno Ashtanga, Vinyasa e Yin Yoga, nomi e stili diversi della stessa cosa, dello yoga, della via che una volta intrapresa, non abbandoni più.

Appena messo piede in questo luogo, il mio cuore ha fatto un sussulto, chiaramente non capita ovunque. Cityzen è un luogo unico e bellissimo.

È un luogo vivo, che pulsa grazie a tutte le persone che ne fanno parte. Da Cityzen l’allievo puó “sbizzarrirsi” scegliendo tra pratiche diverse, e l’insegnante si può esprimere liberamente.

Sono grata e felice di far parte di questo gruppo di insegnati così eterogenei e validissimi e di insegnare qui la disciplina che è stato il mio primo amore, il mio approccio alla pratica. Amo questo di Cityzen, è un luogo di mura alte e soffitti spaziosi, la cui energia vibrante si espande addirittura oltre le sue vetrate.

City Zen People